Preposto alimentare

Preposto alimentare - Somministrazione alimenti e bevande

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Preposto Alimentare. Secondo il decreto legislativo 26/03/2010 numero 59, l’articolo 71 comma 6 definisce i requisiti indispensabili a un esercizio commerciale di somministrazione alimenti per ricoprire il ruolo di Preposto alimentare. Bisogna, infatti, soddisfare almeno uno dei seguenti requisiti:

·         Aver frequentato e superato con esito positivo un corso professionale di commercio, preparazione e somministrazione di alimenti, che sia stato istituito dalle regioni o dalle province autonome oppure che sia stato riconosciuto da esse come valido

·         in alternativa, avere esercitato per almeno due anni, anche in maniera non continuativa, nei 5 anni precedenti, un'attività d'impresa improprio all'interno del settore alimentare, del settore della somministrazione di alimenti e bevande o essere stato assunto all'interno di tali imprese come dipendente qualificato, addetto alle vendite o all'amministrazione o alla preparazione degli alimenti da commercializzare, o anche essere stato uno dei soci lavoratori o aver ricoperto altre posizioni equivalenti, o ancora essere un coniuge, un parente o una fine fino al terzo grado di parentela dell'imprenditore operante nel settore degli alimenti e, essendo un coadiutore familiare, essere iscritto all'istituto nazionale per la previdenza sociale.

·         In alternativa, bisogna essere in possesso di un diploma di scuola superiore o di una laurea triennale, o di un diploma di altra scuola ad indirizzo professionale di almeno tre anni, nel quale corso di studi siano contenute materie relative al commercio, alla preparazione o alla somministrazione degli alimenti.

 

Preposto alimentare - Somministrazione alimenti e bevande

Società collettive e imprese individuali

per quanto riguarda l'istituzione di società o organismi collettivi, oppure di associazioni, i requisiti sopra indicati devono essere posseduti dal rappresentante legale dell'associazione oppure da una persona attivamente preposta al commercio.

Il discorso è diverso per le imprese individuali: i requisiti specificati devono essere posseduti o dal titolare o da una persona proposta. Tale individuo, in qualità di dipendente o di collaboratore del titolare di un'attività commerciale o di somministrazione degli alimenti, diventa, secondo i requisiti della legge, il responsabile del l'aspetto igienico sanitario dell'attività, compresi il processo di preparazione, manipolazione e somministrazione dei prodotti.

L'individuo preposto viene individuato e nominato solo se il titolare della ditta o il legale rappresentante non possiedono i requisiti professionali previsti dal regolamento legislativo per la vendita e la somministrazione di alimenti e bevande. egli può comunque essere nominato da parte di una o più imprese individuali e per più punti vendita. Le attuali normative possono prevedere uno stesso responsabile per più esercizi commerciali, ma è obbligatorio nominare un rappresentante legale diverso per ogni diverso esercizio.

Contattaci
Hai bisogno di aiuto? Compila il form qui in basso.
Il nome della tua Azienda
Scrivi qui la tua richiesta

IDEAL SAFE SRLS

PARTITA IVA 15667421000

Via Pier Paolo Pasolini 13 - 00065 Fiano Romano. 

 

CORSI ONLINE

Corsi sicurezza sul lavoro

Corsi privacy

Haccp

Testo unico sicurezza lavoro

METODI DI PAGAMENTO

Paypal

Mastercard

Bonifico Bancario

Postepay

Cerca